12 Giugno 2017 – Gli impianti post-estrattivi

Dott. Matteo Antonio De Florian, Dott. Andrea Parenti

Ogni giorno i Clinici si trovano di fronte a situazioni in cui uno o più elementi dentali siano considerati non mantenibili. A parità di diagnosi e prognosi ogni caso risulta peculiare e specifico. Per questo motivo, in caso di riabilitazione implantare, il piano di trattamento può variare per quanto riguarda tempistiche di estrazione dell’ elemento dentale e di inserimento implantare, gestione dei tessuti duri e molli, gestione protesica provvisoria e definitiva. Le scelte terapeutiche devono quindi essere guidate dall’analisi di diversi fattori tra cui la prevedibilità di ottenimento di una adeguata stabilità primaria, il biotipo parodontale, la presenza/assenza della teca ossea vestibolare, la assenza/presenza di recessioni. Scopo della relazione è quella di presentare, con l’ ausilio di ampia casistica clinica, algoritmi procedurali che guidino chirurgo e protesista in fase di progettazione del caso al fine di standardizzare in maniera scientificamente supportata l’iter diagnostico terapeutico nella riabilitazione implantare post estrattiva.

 Matteo Antonio De Florian

Laureato col massimo dei voti assoluti in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso l’Università degli Studi di Milano nel 2007. Tutor presso il Reparto di Implantologia e Riabilitazione Orale (Responsabile Dr. T. Testori), Università degli Studi di Milano, Dipartimento di Scienze Biomediche, Chirurgiche e Odontoiatriche, IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi – Servizio di Odontostomatologia, Direttore Prof. R.L. Weinstein. Dal 2010 al 2016 Docente a Master e Corsi di Perfezionamento in Implantologia presso l’Università degli Studi di Milano. Membro del Comitato di Lettura di “I & J “ (Quintessenza Internazionale e JOMI).
Autore di pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali ed internazionali.
Socio Attivo SIO (Società Italiana di Implantologia Osteointegrata).
Socio Attivo IAO (Italian Academy of Osseointegration).
Libero professionista in Milano e Piacenza.

Andrea Parenti

Laureato in Odontoiatria e Protesi dentaria, Esperto in Chirurgia Orale ed Implantoprotesi, dal 2001 collaboratore del Dr. T.Testori, Responsabile del Reparto di Implantologia e Riabilitazione Orale della Clinica Odontoiatrica (Direttore: Prof. R.L.Weinstein) , Università degli Studi di Milano, IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi, Milano.
Dal 2005 Tutor del Reparto di Implantologia e Riabilitazione Orale dello stesso Istituto
Socio Attivo SIO (Società Italiana di Implantologia Osteointegrata), AO (Academy of Osseointegration), EAO (Europen Academy of Osseointegration), SICOI (Società Italiana di Chirurgia Orale ed Implantologia). Membro della commissione Accettazione Soci Attivi della SICOI (Società Italiana di Chirurgia Orale ed Implantologia) per il biennio 2015 – 2016. Socio Fondatore A.I.S.G. (Advanced Implantology Study Group) e SISBO (Società Italiana Studio Bisfosfonati in Odontostomatologia). Relatore a Corsi e Congressi nazionali di Società Scientifiche in campo implanto-protesico. Autore di oltre 60 pubblicazioni su riviste nazionali ed internazionali.
Co-autore del libro “La chirurgia del seno mascellare e le alternative terapeutiche” Dr. T. Testori, Prof. R. L. Weinstein, Prof. S. Wallace, ed. Acme 2005 e della riedizione in lingua inglese “Maxillary Sinus Surgery”, Quintessence Publishing 2009.
Co-autore con il Dr. T. Testori e il Dr. M. Del Fabbro, del libro “Il carico immediato, la nuova era dell’implantologia orale” ed. Acme 2009 e dell’edizione in lingua inglese “Immediate Loading”, Quintessence Publishing 2011.
Co-autore del libro della SICOI “Manuale di Chirurgia Orale”ed.Elsevier 2011.
Co-autore del libro Implantogia tecniche implantari miniinvasive ed innovative. Capelli M., Testori T., Ed. ACME 2012. Co-autore del libro della SIO “Il successo in implantologia: diagnosi, piano di trattamento e protocolli operativi” SIO, Milano Edra 2013. Libero Professionista in Piacenza.

Lunedì 12 giugno 2017 – ore 19:30

Sala da Feltre – Via Benedetto Musolino 7

(Zona Trastevere)